martedì 10 marzo 2015

A-rieccomi, shopping e varie ed eventuali

Hola! Rimando la pubblicazione di questo post da tantissimo tempo, ma credetemi: "non sono riuscita a trovare 5 minuti per scrivere decentemente".

Che dire?! Da dove iniziare? Il mio piccoletto ha da poco compiuto 5 mesi, e con mio grande stupore, sento di dover dire che anche io insieme a lui sono cambiata tanto, si potrebbe dire che anche io ieri abbia compiuto 5 mesi: DA MAMMA! Insomma, a pensarci bene, per me si tratta di un traguardo, perché a pochi giorni dalla sua nascita, pensavo di non essere in grado di prendermi cura di lui. Credo che almeno una volta, sia capitato a tutte. Fa parte del nostro essere umane e speciali.

Ad ogni modo eccoci qui: lui bello come il sole, io un po' meno, ma come dico sempre: "bastano solo 5 minuti per avere un aspetto curato e decoroso". Per cui, cerco di approfittare di qualche suo mini pisolino (dato che ora sta sempre più sveglio) per approfittare e fare qualcosa per me stessa.

Post parto, in giro per i saldi, dapprima non molto fruttiferi, ho preso parecchi golfini da Liu Jo, un abitino, un paio di decolletè nere (ci volevano per il mio ritorno alla forma :)) e mio marito per il compleanno mi ha regalato un bellissimo cappotto nero di Pennyblack! A vederlo sul catalogo, non lo avrei neanche provato - colgo l'occasione per dire a chi si occupa del sito e dei cataloghi, che a volte le foto lasciano molto a desiderare e dicono pochissimo di un modello. Si tratta di una sorta di trench, con baveri e cintura in ecopelle nera, un tocco grintoso e allo stesso tempo chic, che me ne hanno fatta innamorare. Inoltre, sebbene dalle foto sembrasse un modello dritto, si tratta in realtà di un cappotto molto sagomato, che fascia molto bene la figura. L'interno è rivestito in seta a micropois bianchi.

Insomma, dopo mille preamboli, eccolo qui, che ne dite?

Lo trovo perfetto sia per occasioni formali sia informali. 

Come dicevo prima, anche se il tempo non è molto, è importante che una madre non perda l'abitudine di pensare a se stessa, questo è fondamentale per continuare a piacersi e a piacere. Cosí, stanca del solito look, ho operato un grosso cambiamento ai miei capelli, lo ho tagliati e mi sono sottoposta a un trattamento di balayage (schiaritura a due cm dalla radice) sui toni del nocciola (i miei capelli sono castani). Si tratta di una tecnica che consente di intervenire sul colore, senza peró essere legati al ritocco della ricrescita (come per le vecchie meches). Il balayage va sistemato, ogni tre mesi circa, altrimenti si puó decidere di far crescere i capelli, senza che lo stacco fra la radice e le punte, ci faccia sembrare disordinate. Sono molto soddisfatta e trovo che questo colore mi aiuti a dare un tocco di luce, alla mia pelle di luna :)


Essere madre è una delle avventure più belle che possano esserci nella vita di una donna, su questo aspetto e sull'importanza di questa figura, Stefano Dolce e Domenico Gabbana hanno pensato alla loro collezione A/I 2015-2016 (in passerella a Milano Moda Donna dal 25/02 al 02/03/2015). Disegni di bimbi stampati sui tessuti, fiorellini e scritte infantili, in questi abiti che fasciano la figura senza mortificarla, ma mostrandone tutta la bellezza. In passerella, le modelle con i loro bimbi e modello di punta la top Bianca Balti, incinta al sesto mese della sua seconda bambina. Il tutto sulle note di "Viva la mamma" di Edoardo Bennato. Insomma, se non si fosse capito, ho adorato questa sfilata e mi è scesa pure la lacrimuccia! Ancora una volta, la moda riesce a veicolare un messaggio positivo e soprattutto, come hanno detto gli stessi stilisti: "rendere partecipi raccontando una storia".

                            Dolce e Gabbana A/I 2015-2016

E voi che mi raccontate di bello?



Nessun commento:

Posta un commento