martedì 25 novembre 2014

Lovefool

"Amore Pazzo" come cantavano i Cardigans, e questo titolo mi calza a pennello per una ragione molto valida: lo scorso 8 ottobre sono diventata mamma, è nato Davide, un bellissimo biondino!

Avrei voluto scrivere prima, ma tra una cosa e l'altra non ho avuto tempo, ecco al massimo ho aggiunto qualche foto su Instagram. 

All'inizio per tre settimane è venuta ad aiutarci mia madre, dopo ci siamo ritrovati soli a gestire questo piccolo esserino...non è stato subito facile, ma siamo una bella squadra e sembra che ogni giorno che passa vada sempre meglio.

Tante cose sono cambiate. Prima potevo concedermi più tempo per me e per la cura della casa, ora la casa è allegramente disordinata, non più impeccabile e io...cerco comunque di curarmi un po': insomma se riesco a coprire bene le occhiaie da sonno arretrato è già una conquista!

Allattare è un'esperienza bellissima e stancante, ma provo a schiacciare qualche pisolino anche io quando il pupo si addormenta.

Insomma colgo l'attimo!

Non so quanti di voi mi leggono ancora, ma spero, ci sia ancora qualcuno pronto a seguirmi!

Un abbraccio 
AbsolutelyFrivolousMum :)




mercoledì 1 ottobre 2014

Sei di fretta ma non rinunci ad essere perfetta? Review Benefit "BIGEASY" bigger than BB

Ciao a tutti e perdonate ancora la latitanza...diciamo che in questo periodo sono stata presissima da altre cose...impossibilitata a fare shopping di abbigliamento e quindi più votata al make up!

Se conoscete questo blog e avete letto i miei post passati, sapete bene che da qualche tempo ho avuto una svolta eco-bio, dapprima sui detergenti per il corpo e in seguito anche sul make up. Non sono diventata un'integralista dell'eco-bio, ma provo comunque a studiare gli inci e a stare attenta.

Come ho scritto in precedenza, ho testato delle BB cream sia eco-bio che commerciali, giungendo alla conclusione che le prime, per un trucco da giorno senza pretese potrebbero andar bene, e in realtà per me vanno bene...ma penso che debba essere fatta ancora molta strada perché le colorazioni non sono molte e l'effetto è molto aranciato.

Diversamente, tra i prodotti più patinati, ho eletto mio prodotto preferito la Diorskin BB cream, un concentrato di siliconi che però rende la pelle e l'incarnato perfetto, senza bisogno di correttori o altro, ma completando la base semplicemente con un blush.

Un mesetto fa entrando da Sephora per riacquistarla, e avendo un po' di tempo, mi sono fatta truccare...la visagista mi ha fatto provare: Benefit "BIG EASY" bigger than BB, infatti si tratta proprio di una CC cream (Color Control Cream) che si fonde perfettamente con l'incarnato e inoltre, all'asciugatura, fa apparire la pelle come se ci fosse su appena un velo di cipria. Insomma se vi piace il trucco naturale, avete poco tempo, ma non rinunciate alla perfezione, si tratta di un prodotto miracoloso. Certo, se si dà un occhio all'Inci, sono più i bollini rossi che quelli verdi...ma come dicevo prima, non sono diventata ancora una "talebana" del make up eco-bio e se fate qualche ricerca sulle più famose BB e CC asiatiche, noterete che gli ingredienti sono gli stessi.

Insomma questo è il risultato, che ne dite?



È disponibile in 6 colorazioni, io ho scelto la 4 medium. Il prezzo è euro 38, 50, ma io avevo uno sconto Sephora. La Diorskin invece costa 35.

Ah poi in un giretto da H&M, avendo letto parecchie recensioni positive sui blush (che a detta di molte beautyblogger sono privi di schifezze), ho preso questo qui:


...a me lo sfumino ricorda un macaron! Sotto ha una botolina con il prodotto in polvere, che ruotando e girando la confezione in giù si trasferisce sul disco superiore consentendone la stesura direttamente sul viso. Lo trovo molto comodo perché può essere utilizzato senza pennello per il blush, ha un profumo gradevole e, come dicevo il packaging è molto carino e comodo da tenere in un piccolo beauty case da borsa!

venerdì 12 settembre 2014

Settembre cadono le foglie e pure i capelli...

Settembre l'autunno è alle porte, e come al solito ci si dibatte sull'annosa questione: "perché cadono le foglie e pure i capelli?". Si tratta di un normale processo annuale...a volte lungo più di una stagione, perché stress e un'alimentazione sbagliata possono causare la caduta e l'indebolimento dei nostri capelli.

In questo momento i social hanno sempre più un ruolo da opinion leader, soprattutto a livello pubblicitario. Uno di questi è Instagram (acquistato di recente da Facebook): social basato sulla condivisione di foto accompagnate da hashtag (etichette) che permettano agli utenti di visualizzarle; che al momento è senza dubbio uno dei primi trampolini di lancio per nuove tendenze beauty, moda e stile.

Dopo questo papello vengo al dunque.

Ad attirare la mia attenzione, di recente, su Instagram, sono state le numerose foto dei prima e dopo terapia con Hair Infinity, un complesso vitaminico americano creato da una ditta di Slidell (Louisiana).

Come si legge dal sito, dopo aver provato e sperimentato su se stessa diversi rimedi per contrastare la caduta e l'indebolimento dei capelli, Timeka Lawrence, ingegnere elettronico specializzatasi poi in Scienze, ha studiato quali fossero i nutrienti migliori per i capelli, capendo dopo poco come fosse difficile trovarli tutti in un solo prodotto.

Così nel 2004, assieme al marito ha fondato la Broke Beauty, che oggi grazie a questo prodotto sta spopolando tra le celebs americane e anche tra le donne comuni.

A leggere gli ingredienti: Biotina, Complesso della vitamina B, B12, Vitamina D, Vitamina C, silica e zolfo...non sembrerebbe male e la promessa è di un favoloso risultato, soddisfatti o rimborsati, in 4 mesi di trattamento.

Attualmente in Italia non è possibile acquistarlo, ma il sito americano ha una sua sezione in lingua italiana in cui poter ordinare il prodotto (circa 24 dollari a confezione).

Tra le star che lo usano: Kim Kardashian, Porsha Williams, Mel B., e perfino Samuel L. Jackson...

Che ne pensate? La solita "americanata"? o qualcosa di veramente utile?

Io personalmente trovo indicativo che ad utilizzarlo siano soprattutto afro-americani, famosi per i numerosi trattamenti a cui sottopongono i capelli pur di averli più lisci e disciplinati, vedi Naomi Campbell. Anche se nella gallery di Instagram dedicata al prodotto ci sono anche ragazze di tutte le razze.

Vi lascio qui un video di una testimonial, che ha fatto il trattamento per 7 mesi.

 

Kiss

AbsolutelyFrivolous

lunedì 1 settembre 2014

Piedini morbidi come quelli di un bebè?

Ciao a tutti/e,

buon settembre e buon rientro!

Io, oltre essermi riposata, in quest'estate climaticamente stranissima, ho scoperto delle novità e, avendo tempo, ho deciso di provarle...

Una di queste, sono i calzini magici! Si tratta apparentemente di normali calzini antiscivolo, che in realtà all'interno sono rivestiti di una membrana in gel termoplastico, arricchita di: olio di Jojoba, di olivo e lavanda.

Vanno indossati 20 minuti al giorno (i piedi devono essere appena lavati e ben asciutti) per una settimana, per piedi liscissimi, morbidi e setosi!

Già dal primo utilizzo l'effetto è: "Wow!" - I piedi risultano profumati e ben idratati! Effetto che migliora col passare dei giorni.

Naturalmente a chi ha problemi di circolazione, o diabete, è sconsigliato l'utilizzo.

Io li avevo visti qualche mese fa su Amazon, ma li ho acquistati in un punto vendita della catena Jysk, a 5,99 anziché 16.99 (prezzo iniziale).

Sono lavabili a 40 gradi! 






 
Baci e buon inizio settembre!
AbsolutelyFrivolous

giovedì 17 luglio 2014

Una borsa bianca ed...

...è subito estate! 

L'ho sempre pensato: il bianco per me è il colore estivo per eccellenza, per questo motivo nel mio armadio non mancano abiti e accessori bianchi. 

L'anno scorso a fine estate, dopo tre anni di onorati servigi, ho deciso che per la mia grande shopper bianca in pelle (Vi Vi Vee) fosse giunta l'ora di andare in pensione, ma non ho trovato una sostituta, così  nel comparto borse di casa si è formato un grande vuoto, e per me una grande difficoltà negli abbinamenti!

Insomma, urge una borsa bianca! Ma non so come la vorrei...

Per cui ecco qui una selezione, più o meno cheap, mi aiutate a scegliere?



Penniblack Clutch (sia a mano che a tracolla) € 120

Mango (a mano) € 49,90

Mango (a mano) €29,90

Zara € 49,95

Naturalmente i prezzi sono tutti da saldare al 30%...che dite?

Baci
AbsolutelyFrivolous

martedì 1 luglio 2014

Benvenuto Luglio! Cosa mettiamo nel beauty delle vacanze?

Finalmente Luglio, finalmente estate! Siete già partite? state per farlo? Non avete la più pallida idea di quando, come e se avrete dei giorni di riposo? Non vi preoccupate, neanche io!
 
Ciò non toglie che approfittando delle belle giornate si possano pianificare piccoli spostamenti per il week end, gite fuoriporta, giornate al mare o in piscina, insomma tutte attività "sciacqualamente", per cui i consigli che troverete qui di seguito potranno esservi utili.
 
Si tratta di una lista, che aggiornerò man mano che completerò le mie scelte estive, in fatto di beauty e make up. In essa troverete i prodotti a cui sono affezionata da tempo e a cui non rinuncio, o piacevoli scoperte dell'ultima ora, che per diverse ragioni si sono rivelate utili. I tag saranno #nelbeautydellevacanze e #invaligiaperlevacanze . Potrete partecipare tutte, con un post sul vostro blog o sulla vostra pagina Facebook citando questo blog (io a mia volta pubblicherò il vostro post sulla mia pagina FB). Contenuto del post? Naturalmente tutti i prodotti a cui non potete rinunciare per brevi o lunghi spostamenti.
 
Questi sono i miei:
 
Crema Viso Lichtena SPF 50
 
Non spaventatevi per il filtro alto, sono un po' fissata con  le macchie e sono convinta che "prevenire sia meglio che curare". Ho una pelle molto chiara, per cui già da due anni utilizzo questa crema di Lichtena su viso, collo e decolleté e ne sono molto soddisfatta. In più è piccola e leggera, perfetta per la valigia!
 
 
 
Aloe Vera 100% Specchiasol
 
Ancora non so che solare porterò con me, la certezza è che sicuramente avrò con me il mio fido tubetto di Aloe Vera Gel, utile come idratante, come gel per capelli, districante, doposole, dopo scottature, e chi più ne ha più ne metta...
 
 
Strisce depilatorie Naturaverde
 
Si cerca sempre di partire ordinate, ma se il viaggio è più o meno lungo o se i peli sono troppo corti, urge un aiutino! Queste strisce, tra quelle che ho utilizzato, si confermano per il terzo anno consecutivo, le migliori: all'interno della scatola le trovate grandi, da bikini e per il viso, corredate di salviettine dopo strappo all'Aloe Vera. Il profumo è buonissimo, il prezzo si aggira attorno ai 6 euro, ma se state attente alle offerte negli ipermercati potete trovarle anche alla metà.
 
 
Bagnodoccia Le petit Marseillais e Olio di Mandorle Dolci I Provenzali
 
In genere le cose più pesanti preferisco acquistarle in loco, perché sicuramente shampoo e doccia schiuma saranno utilizzati anche da mio marito. Mentre per l'olio di Mandorle Dolci, che uso come elasticizzante dopo doccia, utilizzo i piccoli contenitori trasparenti da viaggio (li trovate in profumeria).
 
 
Primer occhi mat Sephora
 
Ogni anno parto con un beauty stracolmo, alla fine il mio make up da abbronzata si risolve massimo in ombretto chiaro, mascara e lucidalabbra o rossetto. La costante è che le mie palpebre tendono a "sudare" e l'unico primer che riesce a far sì che ciò non accada è questo di Sephora.
 
La mia lista, per il momento termina qui, ma come vi dicevo è aggiornabile! Mi raccomando partecipate in tante e invitate altre amiche, insomma fatemi sapere cosa c'è o ci sarà nei vostri beautycase!
 
Kiss
AbsolutelyFrivolous

AGGIORNAMENTO del 28 luglio 2014

Come vi dicevo la lista dei prodotti da portare in vacanza sarebbe stata aggiornata...sicuramente un prodotto che avevo dimenticato (come ho potuto?!) ma che per me è fondamentale, è l'acqua micellare di L'Óreal:

Perché le salviettine struccanti ultimamente mi irritano, mentre questa riesce a struccarmi senza provocarmi rossori o prurito. Come noterete la confezione è francese perché l'ho presa al Monoprix in Provenza più di un anno fa e sembrava non finisse mai! Inoltre lí i prezzi dei prodotti L'Óreal sono molto ridotti rispetto ai nostri. Basti pensare che quest'acqua l'ho pagata euro 2,98, mentre qui a prezzo pieno sta sui 6, in offerta al massimo 4.50. Voi la conoscevate già, la usate, ne conoscete altre da consigliare?

Io in precedenza, ho provato la Bionike, ma il costo è decisamente più alto (se non erro sui 15 euro).

Sulla fascia di prezzo medio-bassa ho visto che sui 4 euro si può trovare la micellare di Venus...probabilmente la prossima volta la proverò! 

Vi lascio qui sotto l'inci dell'Absolue Doceur L'Óreal e il video dello spot di presentazione con Violante Placido:




mercoledì 4 giugno 2014

Questione di...piedi

Le mani, si dice, sono il nostro biglietto da visita, ma parlando di 'estremità' non di minore importanza sono i piedi, che soprattutto in questo periodo, escono allo scoperto...

Negli anni abbiamo fatto parecchi progressi, però ci sono ancora parecchie donne che relegano a questa parte del corpo pochissima importanza, concedendosi a stento una passata di smalto sulle unghie dei piedi, come se bastasse a distogliere lo sguardo dal resto! In fin dei conti basta concedersi una pedicure accurata, anche a casa, per avere piedi più sani e più belli.
 
Conoscendo la mia passione per le scarpe, e per i sandali in particolare, dovete sapere che la 'cura' dei piedi è uno dei trattamenti più importanti per me: sono sempre stata abituata a curarli sin da piccola, soprattutto perché praticando danza classica, e avendo piedi delicati, era facile che si irritassero.

Perché vi parlo di questo argomento? Da tempo delle amiche mi chiedevano di scrivere un pezzo del genere, qualche giorno fa su Facebook la mia amica Simona ha scritto un post esilarante che condensava perfettamente il mio pensiero su questo tema...dandomi l'ispirazione finale!
 
"E' completamente inutile il trucco perfetto alla Clio Make Up e le unghie all'ultimo colore moda se poi indossi i primi sandali e hai i piedi della Sora Lella con le cipolle e i talloni screpolati!!!e buongiorno Cenerentola"  (Questo il pensiero di Simona, e come darle torto? )

Ma veniamo al dunque, cosa serve per una pedicure?

Se siete inesperte, il consiglio è di affidarvi, per le prime volte, alle mani esperte di un'estetista pedicurista, che saprà indicarvi al meglio i prodotti e l'iter più adatti a voi.

Se non avete grossi problemi, e al massimo avete i talloni un po' secchi, dopo un pediluvio in acqua calda e bicarbonato o sali appositi, dopo aver asciugato per bene i piedi, potrete procedere all'eliminazione della pelle in eccesso, ormai ammorbidita dal calore dell'acqua e dal bicarbonato, con l'ausilio di un grattino in pietra pomice. Dopodiché, dovrete sciacquare nuovamente i piedi e potrete terminare sistemando la lunghezza delle unghie, la limatura delle stesse e l'uso di uno smalto (preferibilmente solo in estate, perché in inverno con le calzature chiuse è facile sviluppare delle micosi). E dulcis in fundo, l'uso di una buona crema idratante per mantenere i benefici del trattamento appena concluso.

Il consiglio comunque è sempre quello di affidarsi a mani esperte, e nel caso di reiterati problemi, come ad esempio dolori di varia natura alle dita e alla pianta del piede, affidarvi a un podologo, che valutando la vostra situazione, potrà consigliarvi come agire per non soffrire fastidiosi mal di piedi, che tanto si fanno sentire coi tacchi! Il primo consiglio che vi darà sarà sicuramente di scegliere sempre scarpe comode, di buona fattura e della giusta misura del vostro piede.

Il mio papiro sui piedi finisce qui, vi lascio con una carrellata delle immagini che sul mio profilo Instagram sono dedicate alle mie scarpe.



Baci
AbsolutelyFrivolous

 

lunedì 19 maggio 2014

A lezione di armocromia: ti ho mai detto che questo colore ti dona?

Quante volte vi è capitato di sentirvi dire: "questo colore ti dona proprio! questo colore è molto tuo!" o "questo colore non ti sta per niente" ?!
 
A me dicono spessissimo le prime due frasi, e ho sempre pensato di avere molta "fortuna" e "occhio" a saper scegliere i colori giusti, sia in fatto di make up che in fatto di abbigliamento. In realtà ciò che non sapevo, è che esistono dei veri esperti di immagine che si occupano proprio di ANALISI del COLORE, ovvero lo studio, attraverso il colorito della carnagione di una persona, il colore dei capelli e degli occhi, dei colori che più le si addicono.
 
Ho scoperto lo sconfinato mondo dell'armocromia (dal greco armonia dei colori) grazie a Silvia di Style Begins at Forty, che analizzando alcuni miei outfit mi ha rivelato di che stagione sono. Sì, perché secondo questa teoria ad ogni persona corrisponde una stagione (Inverno, Primavera, Estate e Autunno) che a sua volta si suddividono in altri sottogruppi (Inverno puro, intenso o freddo; Primavera pura, luminosa o calda; Estate fredda, luminosa o tenue; Autunno caldo, intenso o tenue). A ogni gruppo corrisponde una palette di colori, che poi sono quelli che effettivamente doneranno di più alla persona corrispondente.
 
Dall'analisi di Silvia - che su richiesta può farla anche a voi - io sarei una Primavera luminosa, ma mi donano anche i colori dell'Autunno tenue, come potete leggere qui.
 
 
 
Queste sono le mie palette di riferimento, e qui ci sono le immagini a cui si è ispirata Silvia:
 
Che ne dite? Io dico che ha indovinato :) se volete cimentarvi da sole nella vostra analisi personale vi lascio qui un link per fare un test: anche qui il mio risultato è stato Primavera chiara.
 
Baci e buon inizio settimana!
AbsolutelyFrivolous

venerdì 9 maggio 2014

Di ritorno...ma non a mani vuote! GIVEAWAY!!!

Ciaooo! Non scrivo da un bel po' ma sono stata molto impegnata e perciò ho dovuto un po' trascurare il blog...ma vi dico subito che ultimamente non ho fatto shopping per me :) Ma seguendo i consigli dello "shop by your closet" - complice l'ultimo cambio di stagione con conseguente ritrovamento di indumenti ancora cartellinati - mi sto adoperando per fare acquisti più mirati ed essere più virtuosa, sia in campo abbigliamento che in campo make up.

A tal proposito, considerata la mia passione per la nail art, tra le mie varie trousse in giro per l'Italia, mi sono resa conto di avere una quantità di smalti enorme e ingiustificata per una comune mortale, a meno che non si tratti di un centro estetico, e cosa ancor più grave di numerosi doppioni di smalti Kiko, aperti solo come prova (ovvero una piccola striscia passata sul pollice) oppure completamente chiusi.

Siccome sono molto Buuuuuona :) ho pensato: "perché non farci un bel give way?" corredando il tutto anche di una ulteriore sorpresa?

Per cui ecco il bottino (5 smalti Kiko e sopresa...) e, sempre qui sotto, le regole per partecipare:





- Bisognerà essere residenti in Italia, andare sulla mia pagina Facebook "Absolutely Frivolous Blog" e fare "Mi piace" (qualora lo aveste già fatto non occorre)

- Condividere il link di questo post sul vostro profilo Facebook

- Lasciare un commento sotto a questo post, con l'indirizzo a cui essere contattate

- Cliccare mi piace sulla pagina Facebook "Les Bijoux de Mademoiselle Cocò" perché anche su quella presto ci sarà una novità.

Se avrete seguito correttamente questi step (la mancanza di uno prevede l'esclusione della vostra partecipazione), entro e non oltre le 19,00 del 19 maggio, subito dopo grazie alla manina innocente di uno dei miei nipotini, sarà estratta una fortunata!

Tutto chiaro? Vi sembra difficile? troppe regole?

Baci bacini bacetti
Absolutely Frivolous

AGGIORNAMENTO!!!

La fortunata ad essere stata pescata è:

Per cui è pregata di rispondere al messaggio email ricevuto in posta elettronica, così da ricevere il premio! Grazie a tutte e alla prossima!! 

AbsolutelyFrivolous

lunedì 14 aprile 2014

#MostPlayed Marzo e Aprile

Buongiornooo,
dopo aver rimandato per diversi giorni la scrittura di questo post, in settimana sono riuscita a fotografare i miei prodotti più utilizzati nell'ultimo mese, esattamente da marzo a inizi aprile per cui ecco i miei #mostplayed. 

Ci tenevo molto a partecipare al tag creato dalla geniale Chiara di MakeMeUpGoldenVi0let, perché personalmente, i suoi post, o di altre beautyblogger, sono molto utili per i miei acquisti. 

Io non farò un video, e non sono una beauty blogger, ma spero che queste mie poche righe possano essere utili agli altri/e così come è stato per me...e poi diciamolo: far parte del #teammostplayed è una figata! Perché?! Non ci sono limiti di tempo, deadline, chiusure, solo piavevoli e utili ciarle in tutto relax, con buona pace del progresso di ognuno/a di noi in campo beauty e make up e soprattutto dei nostri portafogli!

Vengo al dunque, dicendovi che tra questi prodotti troverete cose di cui vi ho già parlato in altri post, pertanto di questi vi rimanderò ai link competenti.

Come ho già scritto in questo post, dopo aver provato con successo la BB Cream L'Erbolario, ho deciso di acquistarla e la sto usando con profitto: non appesantisce, non unge, e di giorno riesce a darmi la coprenza di cui necessito senza effetto mascherone.

Mesi fa avevo provato e scoperto la DiorSkin BB Cream Nude, che quanto a prestazioni è un prodotto veramente valido e notevole, come potete leggere qui. Per cui, è ancora con me, e sono certa che, racimolati alcuni dindini, la riacquisterò.

Con le belle giornate, il mio viso pallido, necessitava di un tocco di colore, ho letto alcune recensioni e passando dall'Ovs (dove tra l'altro c'era anche un po' di sconto) ho preso la terra Glam Bronze Terra Solare illuminante SPF 10 colore 09 Cannelle. Devo dire che, nonostante sia la più scura della gamma, non fa effetto mascherone, le altre, almeno sul polso, tendevano al giallo, mentre questa dà un colorito più ambrato, ovvero il risultato che volevo.
Sempre sul viso, come idratante, sono ritornata al mio grande amore di sempre, la Hydraphase Intense Riche di La Roche Posay. Un siero leggero che mi è molto utile quando, in momenti di cambio stagione, la pelle del mio viso tende ad essere più secca del solito. Per concludere, un blush senza infamia e senza lode, che però fa bene il suo lavoro: si tratta di Silky Touch di Essence (colorazione adorable, un rosa pesca).

Passando alla zona occhi, ho cominciato 
ad usare da poco (l'avevo acquistata mesi fa, ma avevo altre matite nere aperte), la matita Feline di Mac. Come al solito avevo letto che , è la matita nera per eccellenza, che ha un'ottima scrivenza etc...ora posso dire che chiunque ne parli bene ha ragione. Pertanto la straconsiglio a chi desidera un'ottimo kajal e ha problemi di scrivenza. Uno degli ombretti più utilizzati di questo periodo, se non l'unico, è il 121 di Kiko, una sorta di Fango, che può essere modulato più leggermente o più marcatamente a secondo delle dosi. 
Qualche settimana fa, avendo la necessità di un mascara nuovo, ma non avendo tempo di informarmi sui più gettonati del momento, sempre all'OVS ho preso Stays no matter what, mascara nero lunga tenuta 24 ore! Lo trovo davvero buono!
Mentre sulle labbra, uso da quando l'ho ricevuto in regalo, il rossetto Mac, serie Lustre, colore Syrup. Che stra adoro! E ve l'ho detto pure qui.
Per concludere, veniamo a un #mostplayed per forza, perché devo finirla, e altrimenti non posso acquistarne un'altra. Si tratta della cipria in polvere effetto mat di Kiko, presa a fine estate, in una ronda di shopping con matre (ovvero scegli che te lo compro). Partiamo da quello che è il problema  per me, la confezione: un involucro simile a quello dei trucchi minerali, molto grande e scomodo. Aprendo il tappo superiore, sospeso tra l'ampolla finale, contenente la polvere, e una sorta di colino, c'è un dosatore, che secondo le istruzioni dovrebbe servire a mettere il prodotto sul viso. All'atto pratico si tratta di un tampone rivestito di un tessuto morbido sottilissimo, insomma un timbro durissimo, che al massimo timbra la faccia di bolli rotondi e bianchi :) Per cui per stenderla la metto su un contenitore vuoto e la prendo con il kabuki, una volta che l'operazione è conclusa mi chiedo puntualmente: non potevano metterla in un contenitore diverso? Corredarla di un pennellino? Perché alla fine non è un prodotto malvagio, anzi!

I miei #mostplayed di marzo/aprile 2014 si concludono qui, e se siete riuscite a leggere senza aver voglia di chiudere, e soprattutto, pensando che la lettura possa esservi stata d'aiuto, sarò felice di trovare qui un vostro commento!

Kiss
AbsolutelyFrivolous




mercoledì 2 aprile 2014

Primavera sulle mani

La primavera è ormai giunta, oltre che nei nostri armadi, anche nel make up e nella manicure, che archiviati i colori scuri dell'autunno-inverno, si ingentiliscono con nuances più tenui.

Personalmente amo molto avere le mani curate, per cui cerco sempre di avere una buona manicure e possibilmente uno smalto sulle unghie. Ultimamente però, l'odore forte degli smalti mi fa star male, così ho deciso di non usarli più...per il momento.

L'altro giorno girovagando per la OVS cittadina, ho visto che avevano appena finito di sistemare lo stand con le novità primaverili e tra gli altri ecco spuntare i "Nail candies": 7 smalti dalle colorazioni pastello che promettono 6 funzioni in un solo prodotto (colorare, indurire, proteggere, correggere, dare profumo fruttato, fornire un 'asciugatura rapida con un finish super brillante). 

Non potevo esimermi dal testarli! Tutti interessanti e con nomi accattivanti! Alla fine ho scelto "sugar pie, honey bunch" (che è anche il titolo di una canzone che mi piace molto!), si tratta di un lilla, che sulle unghie ha un finish tipo french manicure, velatamente colorata).

Nell'ordine (come nella foto, da sinistra a destra) questi i colori:




01 ho, lolli lollipops

02 always in my mint

03 peachy kean

04 sweet for the sweet

05 sugar pie, honey bunch (il mio!)

06 soda, pop and candy shop

07 sugarmarshfellows

Che ne pensate?
 
Io l'ho provato ieri e sono rimasta piacevolmente colpita, le unghie sono curate senza che ci voglia un'infinità di tempo per sistemarle, tra base, smalto e top coat, e il profumo è a dir poco delizioso e persistente. Cosí, anziché sentire l'acre odire chimico dei soliti smalti, sentirete un dolce profumo!






mercoledì 26 marzo 2014

E i regali del compleanno? Post varie ed eventuali

Sono imperdonabile!

Vi ho rotto le scatole da Natale in poi con la frase: "tra poco sarà il mio compleanno" per cui potrei regalarmi, comprarmi, farmi regalare, e alla fine non vi ho fatto vedere cosa ho ricevuto in realtà! Senza contare che sono scomparsa senza farvi avere più mie notizie, inglobata da un vortice di noie #varieedeventuali, lavoro, insomma nulla che fosse Assolutamente Frivolo!

Perciò eccomi con la rassegna di compleanno :)

Desideravo una cosa che si potesse costruire di occasione in occasione da tempo immemore, finalmente quest'anno la mia famiglia si è decisa a regalarmi il bracciale PANDORA! In pratica ogni componente ha aggiunto un charms, ma la composizione è solo all'inizio!





La mia BFF adorata, da sempre famosa per ascoltare e interpretare tutti i miei desideri, mi ha invece regalato il bracciale MYA di BOCCADAMO: un bracciale morbido in cordone elastico di jeans (ma ne esistono diversi tipi, modelli e colorazioni, con charms dorati, in vetro di murano, swarosky e turchesi! Io lo adoro!



Sempre LEI, ha deciso di assecondare il mio "non comprerò più rossetti perché ne ho troppi", regalandomi il Lustre Lipstick di MAC, nella tonalità "Syrup", una sorta di prugna, che a seconda del grado di stesura può essere anche nude e che si adatta benissimo alle mie labbra!




Per non essere da meno, facendo un giretto in farmacia ho trovato LA MATITA color carne per eccellenza (dovete sapere che la cerco sempre, ne trovo alcune e poi quando le finisco le ritirano dal mercato). Si tratta della Defence Color di Bionike, una matita, molto morbida e dalla stesura facilissima. A onor di cronaca, preciso che non ho particolari problemi di tolleranza ai cosmetici, l'ho presa perché mi è piaciuta, ma qualora non conosceste i prodotti di questa marca vi dico che sono ottimi, testati contro le allergie ai più comuni prodotti inclusi nei cosmetici e nickel free.



Infine la mia amica-vicinadicasa mi ha regalato il buonissimo profumo da borsa de L'ERBOLARIO Ortensia! 



Dimenticavo...questo è l'outfit del giorno (il mio c0mpleanno è stato di lunedì):


 
Giacca In Tweed Melange Blu, grigio e Oro (OVS)
T-shirt con Bassotti grigia (LiuJo)
New Bottom Up lavaggio scuro (Lijo)




...completato da ballerine tortora e borsa LiuJo Juliette tortora (se mi va di riprendere la macchina fotografica posto le foto anche di queste ultime, tra l'altro Juliette assieme ai Bottom Up di cui sopra sono un altro regalo di compleanno del Principe Consorte), e questa sono io, mentre aspettavo mio marito...



Baci
AbsolutelyFrivolous


 

giovedì 6 marzo 2014

Quasi quasi...mi faccio uno shampoo!

...esordisco citando la celebre "Lo Shampoo" di Giorgio Gaber, per parlarvi finalmente degli shampoo che uso da qualche tempo con profitto.

Come saprete negli ultimi tempi la tendenza all'uso di prodotti senza parabeni e siliconi, cosidetti ecobio, è notevolmente aumentata. Io, come ho già detto altre volte, non sono una consumatrice inflessibile, però utilizzando sempre più shampoo privi di sfilze di componenti siliconici, noto una notevole differenza: cute non più irritata, capelli più leggeri.

Inizio subito col dire che, io scelgo gli shampoo in base allo styling che vorrei realizzare sui miei capelli.

Se desidero una piega mossa, col ferro o con bigodini, e di conseguenza dovrò adoperare qualche prodotto che mantenga la forma data (es. spuma) userò un detergente leggerissimo.

A questo scopo, o meglio uso, da qualche tempo utilizzo lo shampoo Hello Baby di Eurospin (si proprio quello del discount!), fa parte della linea bimbi e si può trovare a 0,99 eurocent o a 0,79 (se in offerta). Questo l'inci , praticamente tutto verde eccetto che per 4 conservanti agli ultimi posti. Insomma un ottimo risultato per un prodotto di questo tipo.

 
Shampoo Hello Baby

Viceversa, se voglio un liscio perfetto, utilizzo Shampoo e Balsamo Gliss Asia Straight: trovo che abbia un profumo buonissimo, è leggero, adattissimo allo scopo e gli ingredienti, come potete vedere qui , non sono poi così malvagi, ma non verdi. Certo che per ottenere un liscio perfetto a casa qualche strappo alle regole si può fare!
In compenso è privo di siliconi. (Ho trovato sia shampoo che balsamo in offerta ad 1,49 euro ciascuno).

Shampoo e Balsamo Gliss Asia Straight
 
Infine, non so voi, ma ogni tanto io al cambio stagione ho la cute un po' grassa. A questo scopo ho trovato e utilizzo (al bisogno) lo shampoo Limone e Ortica del Provenzali. Ha un profumo molto fresco, non mi irrita e ha degli ingredienti accettabili, come potete vedere qui. Tutti ingredienti verdi eccetto che per due tensioattivi e qualche colorante finale. (Prezzo dai 2,90 ai 3,90 euro). 
 
Shampoo Limone e Ortica I Provenzali
 

 
E voi? Che shampoo usate?
 
Baci
AbsolutelyFrivolous


mercoledì 26 febbraio 2014

MODA: il genio non va mai in vacanza

Da quando, l'anno scorso, ho visto per la prima volta le creazioni di Robertina Manganaro sono rimasta molto colpita (ve ne ho parlato qui). La cura per i dettagli, già visibile in foto, e la novità nei materiali mi hanno spinta a saperne di più.
In questi giorni, in occasione dell'apertura del suo nuovo show room a Milano, ho avuto modo di intervistarla e conoscere i suoi abiti più da vicino.
A segnare l’inizio della carriera di Robertina (nel 1995) nello sfavillante mondo della moda è stata una sfilata in piazza San Carlo a Milano. Città moderna, eclettica e in continuo fermento, dove qualche anno prima aveva deciso di trasferirsi per realizzare il suo sogno.
Ecco come si racconta una delle stiliste più interessanti del panorama italiano, dopo 7 anni di assenza dalle catwalk e un nuovo ritorno con l’apertura dello show room in Via Gesù a Milano.

Robertina Manganaro
D: Da Milano come si è evoluta la tua professione? Cosa è successo dopo?
R: “ Da lì ho partecipato alle kermesse di moda di Milano, Roma, Parigi, viaggiando molto e seguendo le mie clienti in ogni posto in cui mi trovassi”.
D: Qual è l’essenza di questo lavoro?
R: “ Questo è un mondo fatto di numerosi sacrifici, la moda è arte e lo stilista è un’artista, la sua magia oggi sta nel far sentire una donna bella con indosso un suo vestito”.
D: A cosa si ispira la tua ultima collezione autunno inverno 2014? (presentata a maggio dello scorso anno ndr.)
R: “ La mia ultima collezione è un romantic rock, la possiamo definire anche un bon ton chic, che passa dalla decisione del nero al cipria impalpabile con una punta di blu e verde su alcuni capispalla. Nelle scelte sono un po’ la dama degli opposti: mi piace accostare chiffon e pellami esotici, unire il peso del neoprene alla leggerezza del tulle di seta”.



D: Hai numerose clienti in tutto il mondo. Quanto occorre per creare un abito su misura?
R: “ I tempi di lavorazione variano a seconda delle esigenze, solitamente faccio fare almeno 3 prove prima di completare un prodotto. Le mie taglie partono dalla 34 francese (38 italiana) fino alla 40 francese (44 italiana)”.



D: Quando e perché hai deciso di allontanarti dalla moda?
R: “ Non mi sono allontanata, ho semplicemente fatto una pausa, che c è stata e non c è stata: perché in questi sette anni di assenza ho comunque continuato a seguire le mie clienti in giro per il mondo. Io vivo tutt’ora tra Milano e Parigi, mio marito vive in Medio Oriente, per cui ho avuto modo di vestire donne di tutte le culture.
Il mio allontanamento è stato per crescere, per maturare dal punto di vista dello stile. Poi ad aprile dello scorso anno mi sono svegliata e ho detto: “ Sì torniamo!” – e da lì è nata la mia nuova collezione.
La crisi globale che sta attraversando ormai da tempo tutti i campi, ci pone a riflettere sul nostro ruolo e su quello della gente, che impotente può solo fare da spettatrice. Ma come si può esprimere un giudizio su uno spettacolo che ancora deve andare in scena? Le scelte sono due, si può continuare a lavorare accontentandosi e aspettando che il peggio sia passato, oppure si può aspettare che la tempesta sia passata e fare la propria antre. Io ho optato per questa seconda opzione, possiamo dire che ho aspettato l’onda giusta”.
D: Da cosa trai maggiormente ispirazione?
R: “ Ho sempre avuto una vita molto tranquilla e sono convinta che la cura degli affetti personali sia una delle componenti fondamentali di una persona. Ma come ho già detto vivo tra Milano e Parigi, viaggio molto, spesso sono a New York, ma infine trovo la mia dimensione personale immersa nella natura, il mio amore per essa e per gli animali è viscerale.
La creatività spesso ti fa volare e non sempre si può fare, bisogna anche tenere i piedi per terra. Per riprendere contatto con il mio lato concreto, opposto a quello glamour e festoso, amo occuparmi della mia famiglia e dei miei amici, cucinare, rifugiarmi in campagna. I paesaggi e la cura degli animali riescono ad emozionarmi moltissimo: potrei rimanere ore ed ore ad ascoltare estasiata il suono delle lampare o un pastore che prepara la ricotta. Il lavoro manuale è per me quanto di più meraviglioso possa esistere. Questa è la vita che mi piace”.
D: Hai un sogno nel cassetto?
R: “ Mi piace molto la natura più selvaggia e mi piacerebbe molto vivere in Africa, chissà che un giorno io non lo faccia”.
D: Quali sono le tue prossime mosse?
R: “Adesso ho dato il via alla campagna vendite che si chiuderà il 21 marzo, dopodiché mi concentrerò sulla preparazione della collezione primavera/estate 2015 che presenterò a settembre a Milano”.
D: Se dovessi dare un consiglio a un giovane che si affaccia al mondo della moda, cosa diresti?
R: “ Si tratta di un bellissimo mondo fatto di numerosi sacrifici, bisogna essere disposti a farne per raggiungere il successo. Se penso alla mia moda di vent’anni fa e a quella di oggi ne ho fatta di strada, sono cambiata molto. Direi che non bisogna mai accontentarsi e che non bisogna pensare di essere arrivati”.



 Show room Robertina Manganaro
Via Gesù, 3 Milano